arena1

IL LUGLIO VENETO RIVIVE EMOZIONI ANTICHE

03/07/2015

Il Veneto è un territorio che vanta un immenso patrimonio culturale ed artistico, fatto di architetture storiche, saperi tradizionali, emozioni antiche.

Questo immenso bagaglio sboccia a luglio in tutto il suo splendore con eventi di tutti i tipi.

Alcuni capolavori di architettura apriranno infatti le loro porte a visitatori provenienti da ogni parte d’Italia e del mondo in occasione del Festival delle Ville Venete.

Le meravigliose Ville Venete (se ne contano circa 3800), di cui le province di Padova e Vicenza risultano essere più ricche, sono sottoposte alla tutela dell’Istituto Regionale Ville Venete. In special modo quelle palladiane (inserite nell’elenco dei patrimoni dell’umanità UNESCO), sono orgoglio del territorio e preziosa testimonianza storica.

Le Ville Venete rivivranno l’antico splendore attraverso concerti, spettacoli, visite guidate, incontri con gli autori e dibattiti, coordinate in un calendario culturale che comprende tutto il territorio Veneto.

Cinque i percorsi proposti a visitatori e spettatori. Teatro, musica, danza, incontri e laboratori. Questi i primi quattro percorsi che porteranno in scena Shakespeare, Goldoni e Dante, ma anche Solisti Veneti, prove di arpa celtica e rondò veneziano; esecuzioni espressive di importanti compagnie di ballo, degustazioni e dibattiti con importanti ospiti della scena nazionale. Il quinto, invece, sarà riservato all’intrattenimento, con un’eterogenea offerta di mostre d’arte, festival letterari, percorsi di visita e avventurosi orienteering.

Per il programma completo: http://www.irvv.net/it/post/article/festival-delle-ville-venete-2015.html

Nella meravigliosa città di Verona continua il successo dell’Opera Festival, con grandi classici come la Carmen di Georges Bizet, l’AIDA e La Traviata di Giuseppe Verdi, Turandot di Giacomo Puccini. Passando per Verona, vi consigliamo di non perdervi una visita al Duomo della città o al Santuario di Santa Maria della Pace, al cui interno si trova un coccodrillo impagliato della lunghezza di 5 metri appeso al soffitto del presbiterio. La leggenda vuole che il coccodrillo abbia attraversato il Mediterraneo e risalito l’Adige fino a Verona dove, arrivato al selciato del santuario, avrebbe fatto strage di bestiame e di bambini.

Per info e programma: http://www.arena.it/

Per chi vuole sfuggire al caldo estivo delle grandi città, il C.A.I. Veneto e l’A.N.A. propongono escursioni giornaliere sui terreni di Asiago e della Marmolada. Il “Cammino del Centenario” è un programma che si estende dal 4 al 19 luglio, nel quale verranno visitati luoghi della Grande Guerra, sedi di battaglie e territori della cosiddetta “linea gialla”, ovvero la linea di resistenza estrema, capace di respingere l’eventuale attacco di ingenti forze nemiche. Centinaia di chilometri di trincee, gallerie e sentieri che fanno parte di importanti itinerari dell’escursionismo Veneto.

Per informazioni, vi consigliamo di contattare il consigliere regionale C.A.I. Alessandro Farinazzo al cell. 3483922136.